Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser, a meno che non siano stati disattivati.

È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente.

Premessa

Ad ottobre del 2019 avevamo pubblicato il bando di concorso della XVI edizione del Premio Libero Grassi con il titolo "Conoscere il territorio per una cittadinanza attiva e responsabile". Purtroppo, investiti dall’emergenza sanitaria a causa della pandemia da COVID-19, esplosa a febbraio del 2020, abbiamo dovuto prendere atto che non sussistevano le condizioni per poterla concludere entro l’anno scolastico 2019-2020, così come previsto e, pertanto, siamo giunti alla determinazione di sospendere il concorso, immaginando di poterla rilanciare nell’anno scolastico successivo.

A convincere questa organizzazione in tal senso è stata la considerazione che di fronte ad una crisi sanitaria, dalle proporzioni inimmaginabili, che ha investito all’inizio soprattutto le regioni del nord Italia, dovesse prevalere il principio di solidarietà. Sarebbe stato un grave errore, a nostro giudizio, non dare l’opportunità di partecipazione a tutte le scuole che avevano manifestato interesse alla nostra iniziativa. D’altra parte, risultavano essere largamente più numerose le scuole che non erano riuscite a completare la loro partecipazione. Infatti, a fronte di 29 scuole iscritte alla XVI edizione del Premio, soltanto in tre avevano presentato i loro elaborati: due scuole secondarie di secondo grado e una scuola secondaria di primo grado. Nessuna scuola primaria.

Avevamo immaginato e sperato che il successivo anno scolastico 2020-2021 avrebbe potuto svolgersi regolarmente, e con esso le attività legate al concorso. Purtroppo, la seconda ondata della pandemia, iniziata ad ottobre dello scorso anno, ha reso evidente che le cose non andavano come da tutti sperato. Che non sussistevano ancora le condizioni sanitarie per un ritorno alla normalità anche nelle Scuole. Così, a malincuore, abbiamo deciso di non riproporre il bando di concorso durante l’anno scolastico appena concluso.

Allo stato attuale delle cose, il quadro sanitario appare più rassicurante. Grazie alla vaccinazione, alle cure più efficaci e, non per ultimo, a politiche più mirate di contrasto della pandemia, l’anno scolastico 2021-2022 è iniziato con le attività didattiche “in presenza” e in tutto il paese gran parte delle attività economiche e sociali sono ripartite, seppur con limitazioni più o meno importanti.

Per tale ragione riteniamo sussistere le condizioni per poter riaprire e completare la XVI edizione del Premio Libero Grassi, seppur con alcuni emendamenti al regolamento del concorso, per prevedere opzioni diverse nel caso in cui dovesse riacutizzarsi la crisi sanitaria e, per esempio, non essere possibile la realizzazione della manifestazione conclusiva in presenza o lo svolgimento del viaggio premio; ma anche per regolare le iscrizioni e le partecipazioni pregresse. Siamo ben consci, infatti, che le scelte operate hanno avuto delle controindicazioni: a partire dal fatto che alunni e alunne delle classi che avevano partecipato al concorso, nel frattempo, potrebbero aver concluso il loro ciclo di studi e non frequentare più la scuola che si era iscritta al concorso. Anche di ciò abbiamo provato a farci carico con la nuova versione del bando di concorso.

Bando che conferma sia il tema: “Conoscere il territorio per una cittadinanza attiva e responsabile” e sia l’elaborato con cui le scolaresche sono chiamate a partecipare: “l’inchiesta giornalistica”.

Buon anno scolastico a tutte e tutti e buona partecipazione a quanti vorranno entrare, o continuare a far parte della nostra iniziativa che ha il precipuo obiettivo di onorare la memoria di Libero Grassi, esempio per tutti di quell’impegno civile, etico e morale che anche attraverso il Premio la nostra Organizzazione intende promuovere nelle giovani generazioni.

Solidaria 


 

Titolo PLG XVI Ed 1

“Io ho un concetto etico del giornalismo. Ritengo infatti che in una società democratica e libera quale dovrebbe essere quella italiana, il giornalismo rappresenti la forza essenziale della società. Un giornalismo fatto di verità impedisce molte corruzioni, frena la violenza la criminalità, accelera le opere pubbliche indispensabili. Pretende il funzionamento dei servizi sociali. Tiene continuamente allerta le forze dell'ordine, sollecita la costante attenzione della giustizia, impone ai politici il buon governo.”

(Giuseppe Fava)

 

Introduzione

Potremmo definirlo un vero e proprio testamento etico questo pensiero di Giuseppe Fava che Egli dedica al giornalismo: forza essenziale della società quando è svolto in piena libertà, con coraggio e onestà intellettuale. E sono tanti i giornalisti “con la schiena dritta” che - come Giuseppe Fava - sono stati disposti a pagare il prezzo della vita, per aver voluto svolgere fino in fondo il loro “mestiere”. Vogliamo qui ricordare insieme proprio a Giuseppe Fava, gli altri giornalisti uccisi dalla criminalità mafiosa: Giuseppe Alfano, Cosimo Cristina, Mauro De Mauro, Mario Francese, Peppino Impastato, Mauro Rostagno, Giancarlo Siani e Giovanni Spampinato.

È anche a tutti loro, e ai tanti altri giornalisti morti per la loro sete di verità e di giustizia, che dedichiamo la XVI edizione del Premio Libero Grassi. Una edizione con la quale ci proponiamo di stimolare ed esercitare la cittadinanza attiva nelle nuove generazioni, promuovendo un’esperienza concreta di attenzione ai bisogni e ai problemi sociali, economici e ambientali del territorio in cui gli/le alunni/e agiscono e vivono, attraverso la realizzazione di una inchiesta giornalistica. Il tema dell’inchiesta è libero, ma dovrà riguardare problematiche del territorio che potranno, così, essere analizzate e approfondite sul campo dalle scolaresche.

Il fine è quello di sviluppare il protagonismo sociale e la partecipazione di alunni/e nel contesto sociale del proprio territorio per acquisire un senso di identità e di appartenenza alla propria comunità e per prepararsi ad una crescita responsabile e solidale come “cittadini del mondo”.

Si raccomanda alle/ai docenti di voler verificare, prima dell’invio dei lavori, che testi e fotografie siano originali, prive di qualsivoglia copyright, e che sia stata rispettata la legislazione sulla privacy, acquisendo - ove necessario - liberatorie e autorizzazioni alla pubblicazione da parte dei soggetti coinvolti a qualunque titolo.

 

Bando di concorso

Premesso:

  • che in data 28/10/2019, la coop. sociale Solidaria ha pubblicato il bando di concorso per l’assegnazione del Premio Libero Grassi 2020;
  • che in data 21/04/2020, a causa della pandemia da Covid-19, la coop. sociale Solidaria ha sospeso il concorso, prevedendo la possibilità di estendere lo stesso all’anno scolastico 2020-2021;
  • che il perdurare della crisi sanitaria ha consigliato di non riprendere le attività nell’anno scolastico 2020-2021;

Considerato:

  • che l’anno scolastico 2021-2022 è iniziato con le attività didattiche “in presenza” e che, allo stato attuale delle cose, la crisi sanitaria da Covid-19 appare sotto controllo;
  • che prima della sospensione delle attività del 21/04/2020 tre scuole avevano regolarmente presentato i loro elaborati;

Ritenuto:

  • che, allo stato attuale delle cose, sono presenti le condizioni per poter riproporre il Bando di concorso, pur ravvisando la necessità di introdurre opportune modifiche al regolamento in ragione delle mutate condizioni socio-sanitarie, nonché per tener conto degli elaborati già acquisiti nell’anno scolastico 2019-2020;

La coop. sociale Solidaria pubblica il seguente bando di concorso che sostituisce quello pubblicato in data 28/10/2019: 

  1. Per l’assegnazione dei Premi Libero Grassi 2020/2022 – XVI Edizione è indetto un concorso - rivolto alle scuole di ogni ordine e grado - sul tema "Conoscere il territorio per una cittadinanza attiva e responsabile".

Le iscrizioni pregresse che le scuole avevano effettuato nell’anno scolastico 2019-2020 sono annullate. Le stesse scuole potranno riproporre la loro iscrizione entro il termine di cui al

  1. successivo articolo 3. Sono fatti salvi gli elaborati presentati dalle scuole nell’anno scolastico 2019-2020.
  2. Per partecipare al concorso le scuole dovranno iscriversi entro e non oltre il 20 dicembre 2021 compilando l'apposito form sul sito del Premio - www.premioliberograssi.com - previa registrazione al sito da parte del dirigente/docente scolastico o altro soggetto delegato.
  3. Le scuole, regolarmente iscritte, dovranno inviare i lavori di alunni/e entro e non oltre il 21 marzo 2022 esclusivamente utilizzando l'apposita procedura online, che sarà disponibile dopo aver effettuato l'accesso al sito del Premio con le credenziali fornite durante la fase di registrazione. Per ulteriori informazioni si consiglia di prendere visione delle F.A.Q. pubblicate nel sito al Premio Libero Grassi alla pagina https://www.premioliberograssi.com/index.php/it/123-f-a-q-premio-libero-grassi-2020-2022.
  4. A pena di esclusione: testi ed eventuali fotografie contenute negli elaborati dovranno essere originali e prive di qualsivoglia copyright; se le fotografie contengono persone riconoscibili occorre che i soggetti ritratti abbiano rilasciato liberatoria e consenso alla pubblicazione; eventuali citazioni dovranno essere complete di tutti i riferimenti necessari.
  5. Tutti i lavori regolarmente pervenuti saranno valutati da una Giuria di cui sarà resa nota la composizione attraverso il sito del Premio. La Giuria, oltre a selezionare i premi, potrà proporre menzioni speciali. Il giudizio della Giuria è insindacabile.
    • Le scuole selezionate saranno premiate con un premio in denaro da destinare esclusivamente all’acquisto di attrezzature didattiche. I valori dei premi saranno i seguenti: - I classificata: 4.000 euro; - II classificata: 2.000 euro; - III classificata: 1.000 euro.
  6. Entro il mese di maggio 2022 sarà organizzata la manifestazione conclusiva per la consegna dei premi alle scolaresche, che, se necessario, potrà svolgersi anche in modalità remota.
  7. È obbligatorio per le scuole partecipanti l'accettazione della dichiarazione contenuta nel modulo d’iscrizione online, che deve intendersi parte integrante del presente bando, con la quale si dichiara di aver preso visione del bando e di accettarne il regolamento e, in particolare, di accettare che i lavori presentati non saranno restituiti e rimarranno nella disponibilità della cooperativa sociale Solidaria di Palermo che potrà utilizzarli anche per altre iniziative senza fini di lucro, direttamente o indirettamente organizzate.
  8. Il presente bando di concorso e ogni ulteriore informazione saranno pubblicate nel sito internet del Premio: http://www.premioliberograssi.com.

  

Clicca qui per scaricare il bando di concorso

F.A.Q. 

Accesso all'area riservata

Per partecipare al Premio Libero Grassi, le scuole devono procedere alla registrazione.

Ricordami